testata ADUC
Governo. I "bocconi" e i migranti
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
15 luglio 2019 8:26
 
I "bocconi", a Roma, sono quelli che credono a tutto a quel che si dice. I creduloni, insomma, che a Roma sono apostrofati con "a' boccò".
Per verificare quanto la credulità sia diffusa, basterebbe far riferimento alla notizia della adesione, di circa mezzo milione di persone, alla marcia su una base militare americana dove sarebbero nascosti gli alieni. Ovviamente, la notizia degli alieni, diffusa via social, è stato uno scherzo, dichiarato in seguito dall'autore stesso, al quale, però, hanno creduto un numero impressionante di uomini e donne, disposti a partecipare a una manifestazione per incontrare gli alieni.

Alla memoria, sovviene quanto dichiarato da alcuni rappresentanti politici e istituzionali sulla minaccia di invasione dei migranti, contro i quali si invoca la difesa dei confini della Patria.

L'Eurostat, l'Uffico statistico europeo (l'equivalente del nostro Istat), ha smentito gli allarmismi, fornendo il numero degli immigrati illegali in Europa nel 2018.

Vediamo i dati.
1. Germania 134.125
2. Francia 105.880
3. Grecia 93.365
4. Spagna 78.280
5. Polonia 31.245
6. Regno Unito 27.830
7. Italia 26.780

Insomma, in Germania sono arrivati il quintuplo di immigrati, in Francia il quadruplo e in Spagna il triplo rispetto al nostro Paese.
Anche la piccola Grecia, con un sesto dei nostri abitanti, ha visto affluire circa il quadruplo dei migranti rispetto all'Italia.

Conclusioni? I bocconi sono tanti, i furbi (politici, s'intende), alla Salvini, ne approfittano per lanciare operazioni mediatiche a cui i primi abboccano. Vero è che ci sono quelli che credono agli alieni, però, sarebbe meglio per tutti, se utilizzassimo quei 3 millimetri di corteccia cerebrale che da 4,5 miliardi di anni l'evoluzione ci ha fornito.

Dopodichè, il problema delle migrazioni c'è. Occorre, nondimeno, usare il cervello.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori