testata ADUC
Rinnovo permesso di soggiorno di 5 anni
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 gennaio 2019 0:00
 
Salve, sono una cittadina Ucraina con due figli italiani, residente in Italia da più di 10 anni. Per una concatenazione di eventi da me non dipendenti, non ho potuto rinnovare il mio permesso per motivi famigliari (sono stata adottata A Maggior Età da un cittadino italiano, ragion per cui avevo ottenuto questo permesso della durata di 5 anni, al cui rinnovo, mi dissero, avrei potuto aggiornarlo, Non rinnovare, ma precisamente Aggiornarlo al "carta di soggiorno" cioè il permesso a tempo indeterminato). Ora, siccome avevo smarrito il mio passaporto, e non ho potuto quindi fare suddetto aggiornamento in tempo utile, adesso il mio permesso è "scaduto" da 11 mesi orsono e anche se io so che la scadenza si riferisce per l'appunto alla data dalla quale questo permesso può essere tramutato in permesso a tempo indeterminato, mi viene il dubbio. Ma soprattutto, vorrei sapere se con tale permesso posso nel frattempo lavorare con contratto regolare in quale modo posso spiegare alla ditta che mi vuol assumere queste circostanze, perché sono sicura che il mio non sia semplice permesso (difatti, il permesso regolare ha durata massima 2 anni, mentre il mio ne aveva di 5 anni) ma non so come argomentare la mia convinzione. In questura mi dissero di procedere con l'aggiornamento non appena avessi avuto il nuovo passaporto. Il guaio è che all'ambasciata per rinnovare il passaporto è richiesto un titolo di soggiorno valido, e non ne vogliono sentir parlare delle mie spiegazioni e dunque non posso avere il permesso senza passaporto, né passaporto senza permesso. Come mi consigliate di agire? Grazie per la cordiale risposta
Sofia, dalla provincia di PI

Risposta:
purtroppo il documento di identità valido è necessario ere poter ottenere l'aggiornamento della carta e su questo non ci sono storie. Perplessità invece suscita l'atteggiamento del suo Paese che le nega la possibilità di rinnovare il suo documento (che è un affare tutto straniero rispetto all'Italia) dall'estero, ove si trova (poco importa che lei abbia un titolo regolare di soggiorno...) quindi riteniamo che la matassa debba essere sbrogliata nei confronti dell'inerzia (legale?) della sua ambasciata e che alla Questura non si possa chiedere di procedere in assenza di un valido passaporto. Crediamo che abbia bisogno di un legale che la assista anche verso gli organi consolari del suo paese.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
----------------
Ha risposto Claudia Moretti: https://sosonline.aduc.it/info/claudiamoretti.php
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori