testata ADUC
Mancato rilascio Carta di Soggiorno ex D.Lgs. 30/2007
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
24 aprile 2019 0:00
 
Spett. Servizio Immigrazione ADUC,
come da oggetto alla presente scrivo per segnalare il procedimento illegittimo adottato dalla Questura di Venezia per la figlia di mia moglie, cittadina colombiana di 18 anni con noi convivente.
In sostanza, ci é stato riferito dal funzionario incaricato del procedimento che il titolo rilasciato sará un Pds per motivi familiari con validitá di 2 anni e che, successivamente, potrá rinnovarlo solo per motivi di studio o lavoro. Stiamo quindi parlando del D.Lgs. 296/1998 25 Luglio (Testo Unico Immigrazione). Topica pazzesca o abuso amministrativo? Poco importa.
Voi stessi mi avevate giá confermato che la ragazza ha diritto alla Cds, anche oltre il compimento dei 21 anni, con stato di vivenza a carico.
Mi é stato riferito da tale incaricato che avendo giá la ragazza compiuto 18 anni, non é possibile rilasciarle un titolo quinquennale che, successivamente, diventerebbe a tempo indeterminato, PROPRIO PER non aver vissuto da almeno 5 anni in Italia prima della domanda. La Questura, cioé, sembrerebbe fare un'operazione aritmetica tra l'età massima per richiedere tale titolo (21 anni) e l'età anagrafica della richiedente (18), che tradotto in soldoni significa 21-18 = 3, ovvero esclusione dal beneficio del rinnovo illimitato.
Approfitto, dunque, per chiedervi se per produrre tale dichiarazione di vivenza a carico vi sia una procedura specifica, oppure basti dichiararlo in autocertificazione/dichiarazione sost. di atto notorio/certificato in bollo, da integrare (previa richiesta di accesso agli atti e costringere la Questura ad accettare tale documento, producendo al tempo stesso una modifica del provvedimento in autotutela).
A differenza del certificato di Stato Famiglia, che la Questura NON ACCETTA se non in bollo, puó bastare, in questo caso, la sola autocertificazione?
Prima di ricorrere ad un legale, vorrei provare a risolvere il problema bonariamente.
In attesa di vostro cortese riscontro auguro loro lieta Pasqua.
Cordiali saluti,
Francesco, dalla provincia di VE

Risposta:
riteniamo che le dichiarazioni che vanno rese alla questura possano esser effettuate sia con autocertificazione sia nelle modalità che essi stessi le indicheranno. Le consigliamo di contattare in merito direttamente l'ufficio.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori