testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Penalisti visitano Cie Gradisca: peggio del carcere
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
9 novembre 2012 19:16
 
Dopo le carceri, l'Unione Camere penali visita un Cie, quello di Gradisca d'Isonzo a Gorizia. Una delegazione dell'Ucpi, guidata dal presidente Valerio Spigarelli, insieme agli avvocati Annamaria Alborghetti e Antonella Calcaterra dell'Osservatorio Carceri Ucpi, e al presidente della Camera Penale di Gorizia Riccardo Cattarini, hanno verificato le condizioni di vita degli immigrati, le problematiche della struttura e le criticita'.

"E' un luogo di effettiva detenzione - fa notare la delegazione al termine della visita - dove gli stranieri, in vista dell'espulsione, in attesa della sola identificazione, sono trattenuti anche per tempi fino a 18 mesi". E cio' "in condizioni igieniche desolanti, ammassati anche in dieci nelle celle". I Cie, per i penalisti, almeno in questo caso, sono "peggiori delle carceri, dove le persone sono private della liberta' e delle garanzie minime a tutela della dignita' umana".

La delegazione ha constatato che di fatto, si tratta di una "vera e propria detenzione amministrativa, peraltro proibita dal nostro ordinamento, che non gode di alcuna delle garanze giurisdizionali previste dalla normativa penitenziaria".
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori