testata ADUC
Visto turistico per motivi matrimoniali - tipologia e documenti
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
27 agosto 2020 0:00
 
Salve, vorrei sposare la mia fidanzata eritrea, residente in Arabia Saudita. Sul sito del Ministero degli Affari Esteri c'è scritto che lei deve richiedere un visto turistico, presentando il certificato di avvenute pubblicazioni. Qual è la durata del soggiorno da richiedere? Va inserita una motivazione specifica? In cosa consiste la "documentazione giustificativa della propria condizione socio-professionale"? È possibile richiedere il nulla osta al matrimonio e effettuare le pubblicazioni solo dopo l'ingresso in Italia? Quali sono i motivi principali per i quali il visto potrebbe essere negato in questa
situazione particolare? Grazie mille.
Marco, dalla provincia di EE

Risposta:
la durata massima del soggiorno turistico è di 90 giorni, e vista la particolarità del periodo attuale, con la pandemia e la difficoltà negli spostamenti, le suggeriamo di chiedere la durata massima.
Non comprendiamo la richiesta di avvenute pubblicazioni, che con la motivazione turistica del visto (non esiste il visto per futuro matrimonio) c'entra ben poco. Aggiungiamo che il nulla osta e le pubblicazioni si richiedono dall'Italia, se la vostra intenzione è di sposarvi qui. La "documentazione giustificativa della propria condizione socio-professionale" riguarda appunto la situazione lavorativa e sociale della persona, e ogni ambasciata chiede documentazione leggermente diversa una dall'altra. Le suggeriamo di contattare direttamente l'ambasciata italiana in Arabia Saudita, rappresentando loro la vostra situazione e chiedendo chiarimenti sui documenti da produrre, per evitare fraintendimenti e ritardi.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori