testata ADUC
Trasferimento in Italia per convivenza
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
25 marzo 2020 0:00
 
Salve, scrivo per ricevere una consulenza. La situazione è questa:
- io sono un cittadino italiano di 34 anni con lavoro e domicilio a Roma.
- lei è una cittadina kazhaka di 29 anni.
Vorremmo realizzare il suo trasferimento qui a Roma per iniziare a convivere, ma senza sposarci per ora.
Stavamo valutando il visto turistico per invito e poi appena lei arriva qui richiedere il permesso di soggiorno per convivenza, ma non ho ancora capito se è attuabile o no.
Quella da me proposta è una soluzione attuabile o ci sono delle soluzioni più semplici.
Grazie mille in anticipo
Gianni, dalla provincia di RM

Risposta:
la questione non è piana quanto alla convivenza. A questo link trova una importante sentenza che può esservi di aiuto: https://immigrazione.aduc.it/articolo/convivenza+diritto+al+permesso+soggiorno+motivi_27167.php. Ciò vuol dire che potrebbe esserci un diniego da impugnare in tribunale, con esiti però non certi. L'unica ulteriore alternativa, visto che i decreti flussi per ingresso per motivi di lavoro autorizzano da anni di fatto quote prossime allo zero, è fare ingresso in Italia per motivi di studio (che consente lo svolgimento di attività lavorativa part time) per poi chiedere la conversione del permesso in motivi di lavoro, quando uscirà il decreto flussi oppure, alla fine di un percorso universitario, anche senza attendere il decreto flussi. Da ultimo, qualora vi sposaste lei avrebbe evidentemente diritto al soggiorno.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori