testata ADUC
Sposarsi in Italia con una extra comunitaria
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 novembre 2019 0:00
 
Buongiorno, chiedo un consiglio/suggerimento:
Sono cittadino Italiano e risiedo a Trieste, la mia fidanzata è Filippina, è venuta per 2 mesi in italia con visto turistico e dopo è ritornata a Manila per riprendere il lavoro. Il prossimo gennaio 2020 dovrebbe ritornare con il visto turistico e con il Cenomar e certificato di nascita ambedue credo con il red ribbon. Mi sono informato al Consolato Filippino per il nulla osta e in prefettura a trieste per la validazione dello stesso, mi hanno detto che dopo posso procedere alle pubblicazioni di matrimonio. La domanda è: che succede dopo? a chi bisogna inoltrare i documenti di matrimonio per avere il permesso di soggiorno per ricongiungimento famigliare? e quanto tempo passa? noi vorremmo sposarci entro la validità del visto turistico ma che succede se il permesso di soggiorno arriva dopo la scadenza del visto? dopo quanti anni lei può prendere la cittadinanza? e in caso di figli?
Ringrazio anticipatamente per la risposta,
Cordiali saluti
Bruno, dalla provincia di TS

Risposta:
dal momento del matrimonio sua moglie sarà inespellibile. Potrete subito chiedere in Questura la carta di soggiorno per familiare di cittadino UE. La cittadinanza potrà essere richiesta deopo due anni dal matrimonio; in caso di nascita di figli tale termine si dimezza.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori