testata ADUC
Riconoscimento parentale di cittadino italiano
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
9 gennaio 2019 0:00
 
Salve, sono una cittadina italiana residente in Italia. Tra poco partorirò mio figlio il cui padre biologico - a cui NON sono coniugata - è un cittadino tanzano residente in Tanzania. Vorrei che il padre potesse riconoscere il legittimo figlio, anche nel caso in cui il padre non possa raggiungere l'Italia, nè al momento della registrazione all'anagrafe nè in un momento successivo. Alla mia richiesta di informazioni sul da farsi l'ufficio consolare dell'ambasciata italiana in Tanzania mi invita a informarmi presso l'anagrafe del comune in cui verrà registrato il bambino, e l'anagrafe del mio comune sostiene che sia l'ufficio consolare a doversi occupare di queste pratiche. In sintesi: a chi dovrei rivolgermi per informarmi sull'iter da intraprendere per il riconoscimento IN ITALIA di mio figlio (Italiano) da parte del padre (straniero e residente all'estero)?
Sara, dalla provincia di PU

Risposta:
il consolato italiano svolge anche le funzioni di stato civile, quindi è lì che il padre di suo figlio deve rivolgersi per fare il riconoscimento di paternità. Sarà probabilmente necessario il suo consenso al riconoscimento e l'atto di nascita integrale del bambino, il passaporto del padre. Gli atti di stato civile sono atti dovuto da parte del consolato, che non può legittimamente rifiutarsi.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori