testata ADUC
Permesso scaduto dal 2004
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 maggio 2006 0:00
 
Sono un avvocato penalista, non mi occupo di immigrati ma si e' rivolto a me un signore peruviano che ha bisogno di aiuto ma, nonostante l'impegno nel cercare di districarmi nel testo della bossi-fini, non riesco a trovare risposta. Mi vedo costretta a rivolgervi a Voi, posto che nessun collega e' disponibile ad offrigli una consulenza gratuita. Questo signore, e' arrivato negli anni 90 in Italia, ovviamente come clandestino. Ha poi ottenuto il permesso di soggiorno per lavoro subordinato, regolarmente rinnovato sino al 2002. Quell'anno ha avuto un gravissimo incidente stradale che lo ha tenuto in ospedale sino al 2004. Tra il 2002 e il 2004 il permesso di soggiorno gli e' stato rinnovato per motivi di salute. Dal 2004 ad oggi non si e' piu' curato di domandare il rinnovo e il suo vecchio datore di lavoro e' deceduto. La mia domanda e' la seguente: se trovasse un datore di lavoro disposto ad assumerlo, potra' chiedere il rinnovo sin d'ora o dovra' attendere sino al prossimo decreto flussi? Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra cortese collaborazione.
Simona

Risposta:
No, putroppo il suo cliente dovra' necessariamente attendere il nuovo decreto flussi. La Bossi Fini (ma prima anche la turco Napolitano stessa) prevede che scaduti 60 giorni dallo scadere del permesso si entra nella illegalita' e irregolarita', oltre la quale si e' esattamente come se non si avesse avuto permesso. Le questure non sono rigide sui tempi di rinnovo, ma onestamente due anni sono troppi per poter esser considerato mero ritardo.
Aduc Immigrazione
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori