testata ADUC
Matrimonio e visto
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
25 gennaio 2019 0:00
 
Buongiorno,
mi sono appena sposato (21/12/2018) con cittadina canadese con permesso di soggiorno scaduto in giugno 2018 (al chè poco prima abbiamo iniziato a richiedere i documenti per il matrimonio che abbiamo ottenuto appunto in dicembre). Ora abbiamo richiesto alla questura appuntamento per presentare tutte le pratiche (già pronte) per il rilascio del nuovo visto. Dato che esiste la possibilità per problemi familiari che mia moglie debba tornare in Canada per una decina di giorni e dato che il suddetto appuntamento non avverrà prima di un mese circa, volevo chiedere se è possibile per lei tornare in Canada e rientrare poi in Italia (prima del rilascio del visto a questo punto) e a quali peripezie andremmo incontro in questo caso.
Grazie mille per l'aiuto
Filippo, dalla provincia di BG

Risposta:
la richiesta che deve fare sua moglie non è di visto, ma di carta di soggiorno per familiare di cittadino UE. Finchè non sarà rilasciata, è preferibile non uscire dal Paese, a meno che non si riesca ad ottenere un permesso provvisorio (sempre dopo aver depositato la richiesta principale di titolo di soggiorno) documentando le gravi ragioni che ne richiedono la partenza. In caso sua moglie andasse in Canada prima di aver ottenuto la carta/permesso di soggiorno, dovrebbe poi richiedere all'ambasciata italiana in Canada un visto di ingresso per familiare di cittadino italiano, che deve essere rilasciata con priorità sugli altri visti, ma che potrebbe richiedere comunque tempi lunghi. Le suggeriamo quindi di informarsi preliminarmente presso l'ambasciata italiana in Canada.
ADUC Immigrazione - https://immigrazione.aduc.it/
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori