testata ADUC
Madre straniera agli arresti domiciliari
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
5 maggio 2006 0:00
 
Salve, desidererei avere chiarimenti sulla posizione della badante rumena di mio padre. Questa signora ha avuto una condanna in contumacia di 15 mesi in Romania per aver acquistato una bicicletta per la figlia da un tipo che la aveva rubata. Qui in Italia l'avevano arrestata in quanto c'era un mandato di estrazione per questo reato. Tramite l'intervento di un legale, sono riuscito a farle avere gli arresti domiciliari anche perche' la signora durante la sua permanenza qui in Italia ha avuto una bimba non riconosciuta dal padre. Il Tribunale dei minori, nell'interesse della minore, ha autorizzato il permesso di soggiorno per 1 anno, esattamente ha dato disposizione nel luglio del 2005. Il mese scorso l'ho accompagnata all'Ufficio immigrazione per fare questa richiesta perche' la Corte di Appello finalmente ha concesso 2 ore di permesso giornaliero e quindi la signora e' potuta andare all'ufficio immigrazione. Mi chiedo adesso se il permesso di soggiorno vale da quando il Tribunale dei minori lo ha dato, oppure da quando lo rilascia l'Ufficio immigrazione. Inoltre desidererei sapere, dato che la signora e' la badante di mio padre, se e' possibile farle un normale contratto di lavoro, scontata la pena nel domicilio di mio padre, in modo che la sua posizione possa essere regolarizzata nell'interesse suo e della piccola di 16 mesi. Ringrazio anticipatamente.

Risposta:
Purtroppo il permesso andava chiesto subito e scadrà verosimilmente a fine periodo concesso dal Tribunale. Tuttavia, potrà nuovamente adire il Tribunale per i Minorenni per chiedere una ulteriore proroga, sempre nell'interesse del minorenne. Per la regolarizzazione dovrà attendere il decreto flussi 2007 e informarsi preventivamente per i dettagli della procedura presso la prefettura sportello unico.
Aduc Immigrazione
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori