testata ADUC
diniego imbarco volo
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
8 giugno 2022 0:00
 
Salve, il 26 aprile scorso mia moglie,in possesso di un biglietto per il volo Santo Domingo - Brusselles della compagnia Tuifly, si è presentata all'aereoporto di Las Americas per fare il check-in. Ovviamente era in possesso del biglietto, di tutti gli adempimenti covid, del suo passaporto dominicano e della carta di identità italiana. Questi due ultimi documenti erano gli stessi che alcuni mesi prima aveva presentato allo stesso aereoporto per il rientro in Italia,con un volo Iberia,rientro avvenuto senza problemi. Stavolta l'addetta al check-in di Tuifly le ha rifiutato l'imbarco, sostenendo che la carta di identità italiana, a suo dire, non era documento idoneo e sufficiente per dimostrare la sua residenza in Italia. Nel corso della discussione che, ovviamente si è generata, siamo riusciti a capuire che il documento richiesto dalla impiegata di Tuifly,come dimostrazione di residenza, era la carta o permessa di soggiorno. Quest'ultimo documento però, visto che in precedenza non le era mai stato richiesto per imbarcarsi, mia moglie l'aveva dimenticato in Italia. Io ritengo, visti i precedenti, e consultate anche le "norme di servizio" di Tuyfly, che sia stato commesso un grosso arbitrio, con notevoli danni per noi. Infatti abbiamo dovuto farci spedire la carta di soggiorno dall'italia, con perdita di tempo e costi, nonchè comprare altro biglietto. Sono a chiedere vostro parere in merito. A disposizione per invio eventuale documentazione e ulteriori dettagli. Ringrazio e saluto
Giovanni (OR)

Risposta:
da quanto ci scrive, temiamo che non possa fare granché. Lo straniero che vuole entrare in UE dalla Rep. Dominicana, infatti, deve mostrare il visto o il permesso di soggiorno (in originale). La carta d'identità non è sufficiente per dimostrare la regolarità del soggiorno, anche se talvolta alcuni impiegati l'accettano erroneamente. Purtroppo, le compagnie aeree non hanno l'obbligo di informarla anticipatamente su cosa è necessarie. Sta al viaggiatore informarsi, anche chiedendo alla compagnia aerea oppure tramite i siti istituzionali del Belgio o dell'Unione Europea (Ministero degli Esteri, ambasciata locale belga, ecc.). Ci spiace, ma sconsigliamo una causa alla compagnia aerea che, in base alla normativa vigente, non avrebbe problemi a difendersi.
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS