testata ADUC
Informazione reingresso
Lettera 
27 giugno 2012 0:00
 
Buon giorno, sono cittadina italiana, sposata con un cittadino armeno. In ambasciata italiana in Armenia abbiamo fatto la trascrizione di matrimonio e abbiamo richiesto un visto per motivi di ricongiungimento famigliare. Dopo una settimana hanno detto che mio marito non puo' avere un visto perche' ha una deportazione per 10 anni dall'Olanda. Dopo hanno detto che lui deve portare le foto e impronte digitali dalla polizia armena in ambasciata, loro manderanno in Ministero degli Interni Olandesi per chiedere la cancellazione e che dura circa 6-7 mesi. Intanto volevo raggiungere che mio marito e' stato in Olanda, e tramite IOM/International Organization for Migration e tornato in Armenia. IOM ha garantito che non ci sara' nessuna deportazione, perche' lui volontariamente ha chiesto di tornare, non e' stato arrestato ne' deportato...
Tra una settimana torno in Italia e non saprei dove devo rivolgermi...
Se avete qualche informazione, aiutatemi per favore
Grazie
Syuzanna, da Livigno (SO)

Risposta:
immaginiamo che piu' che di deportazione si tratti di un divieto di reingresso a causa di una espulsione olandese. In ogni caso il diniego di visto di ingresso da parte dell'ambasciata italiana e' a nostro avviso illegittimo poiche' viola il diritto all'unita' familiare, garantito e tutelato dalla Costituzione, e deve essere impugnato davanti al Tribunale ordinario.
ADUC Immigrazione - http://immigrazione.aduc.it/
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori