testata ADUC
Cittadinanza negata. Migliaia di richiedenti egiziani vittime di una truffa ora rischiano un processo penale e l'espulsione 
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Sara Astorino
16 febbraio 2017 13:04
 
Prosegue e si aggrava il calvario di migliaia di cittadini egiziani in Italia, vittime di una truffa e per questo privati della cittadinanza italiana e ora pure destinatari di procedimenti penali.
Come già denunciato nei giorni scorsi, si sono rivolti a questa Associazione molti cittadini egiziani, regolarmente residenti in Italia da decenni, che si sono visti rigettare in massa la richiesta di cittadinanza italiana senza spiegazione. Alcuni di loro, già cittadini italiani, si sono visti la cittadinanza addirittura revocata, con la conseguenza di ritrovarsi improvvisamente 'clandestini' nel Paese dove vivono da una vita, con figli nati e cresciuti qua.
Grazie a successivi approfondimenti, certo non grazie alle autorità italiane che non si sono degnate di risposta alcuna alle nostre ripetute richieste di chiarimenti, si è finalmente capito il motivo. Queste persone sono state truffate da un'agenzia di pratiche che ha fornito loro documenti contraffatti, invece di procurarsi dalle autorità egiziane la documentazione necessaria per fare domanda di cittadinanza italiana. 
In assoluta buona fede e convinti di poter finalmente raggiungere il traguardo della cittadinanza, hanno presentato questa documentazione in Italia. Ora, oltre ad aver perso la possibilità di divenire cittadini italiani, si ritrovano pure perseguiti come comuni criminali. Stanno infatti arrivando i primi avvisi di conclusione delle indagini preliminari coi quali le Procure comunicano ai malcapitati di essere indagati "per avere in tempi diversi e in esecuzione del medesimo disegno criminoso ... contraffatto il certificato del casellario penale apparentemente rilasciato dalle competenti autorità egiziane e per avere ... allegato la falsa certificazione di cui al capo che precede, accompagnata da dichiarazione di autenticità ... ad istanza di concessione della cittadinanza italiana".
Invitiamo tutte le Istituzioni italiane a vario titolo coinvolte, Ministero dell'Interno in primis, a prendere coscienza dell'accaduto. Convocateli, ascoltateli, approfondite. Non lasciate che sia solo un pubblico ministero, con i freddi mezzi del codice penale, ad affrontare un vero e proprio dramma umano sta terrorizzando migliaia di famiglie.
Qui un servizio del programma televisivo Terra! (Rete4) sull'argomento.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori