portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
Turisti e studenti tutti clandestini. Rischio multe e arresti. Istruzioni dell'Aduc
Scarica e stampa il PDF
Articolo 
19 maggio 2009 0:00
 
Con l'introduzione del reato di clandestinita' prevista nel ddl 'sicurezza' prossimo al licenziamento da parte del Senato, verranno inasprite in modo considerevole le sanzioni anche per quegli studenti e turisti stranieri che non ottempereranno alle istruzioni che riportiamo a seguire e che riguarderanno tutti coloro che non sono cittadini Ue o di Paesi dell'area Schengen. Queste raccomandazioni, in lingua italiana e inglese, le distribuiremo:
- alle associazioni e societa' straniere che organizzano viaggi in Italia;
- alle agenzie italiane che organizzano viaggi per stranieri nel nostro Paese;
- alle rappresentanze consolari estere in Italia.
E -come promemoria perche' non lo dimentichino- alle sedi italiane all'estero di promozione del turismo nel nostro Paese nonche' agli istituti italiani di cultura all'estero.
 
ATTENZIONE TURISTI E STUDENTI STRANIERI: RISCHIO DI SANZIONI FINO A 10MILA EURO, ARRESTO E DEPORTAZIONE
In estate, e non solo, citta' come Firenze, Roma, Venezia si riempiono di turisti e studenti stranieri -statunitensi, canadesi, australiani, brasiliani, argentini, etc.- che arrivano senza necessita' di visto o permesso di soggiorno per periodi inferiori a tre mesi. Molti non sanno che la loro vacanza puo' facilmente trasformarsi in un incubo.
I turisti e gli studenti stranieri che arrivano in Italia rischiano sanzioni fino a 10mila euro per reato di clandestinita'. Se sprovvisti di documenti d'identita' al momento di un controllo di polizia, possono essere incarcerati fino a un anno.
 
Pertanto, il turista o lo studente straniero che intende visitare l'Italia dovra' seguire queste due regole:
 
1. Entro otto giorni lavorativi dall'ingresso, chi proviene da altro Paese dell'area Schengen (e che quindi non ha ricevuto sul passaporto il timbro di ingresso dall'autorita' doganale italiana) dovra' recarsi in questura e dichiarare la propria presenza. Senza questa dichiarazione, si diventa a tutti gli effetti un immigrato clandestino e come tale si e' soggetti ad una sanzione da 5mila a 10mila euro, oltre all'espulsione dal territorio nazionale. Se poi tale dichiarazione non la si esibisce su richiesta di ufficiale o agente di pubblica sicurezza quando richiesto, si rischia l'arresto fino ad un anno ed una ulteriore sanzione fino a 2.000 euro. Se quindi si intende soggiornare in Italia oltre otto giorni lavorativi, e' indispensabile programmare una mattinata in questura. Altrimenti e' consigliabile stare in Italia per un periodo inferiore agli otto giorni lavorativi.
 
2. Portare sempre con se' il passaporto e, ove necessario, la dichiarazione di presenza fatta in questura. Se infatti si viene fermati dalla polizia o altro agente di pubblica sicurezza (ad esempio, controllore del treno o dell'autobus) e si e' sprovvisti di tali documenti senza giustificato motivo, si e' soggetti ad un fermo di 24 ore per essere identificati senza la possibilita' di assistenza da parte di un avvocato. In seguito all'identificazione, si rischia l'incarcerazione fino a un anno e una sanzione fino a 2.000 euro. Se si e' considerati immigrati clandestini (perche' non si e' fatta la dichiarazione di presenza in questura entro 8 giorni, di cui sopra), la pena detentiva e' aumentata per l'aggravante di clandestinita', recentemente introdotta dal Governo italiano.
 
ATTENTION FOREIGN STUDENTS AND TURISTS: THIS SUMMER YOU ARE AT RISK OF SACTIONS AND ARREST
Especially during the summer cities like Florence, Rome and Venice become full of foreign tourists and students who travel without a visa. If you come from countries such as the United States, Canada, Australia, Brasil, and Argentina, you do not need a visa for short stays (less than 90 days). Many of you don't know that your vacation can easily become a nightmare.
This summer, foreign students and tourists will risk deportation and fines up to 10.000 Euros for the crime of illegal immigration, recently introduced by the Italian Government. If you do not carry your passport with you, you could be held up to 24 hours without the right to a lawyer, prosecuted and jailed.
 
If you are a foreign tourist or student, you MUST do the following:
 
1. If you arrive in Italy from another Schengen country and your passport is thus not stamped by Italian custom authorities, you must go to the local police headquarter (questura) and declare your presence within 8 working days (Sundays excluded) since your arrival. Without this declaration, your status becomes that of an illegal alien. As such you will be subjected to a fine up to 10.000 Euros and deportation. If a police officer or other public official asks for such documents and you don't have it on you, you will also risk a one-year jail term and an additional fine of 2.000 Euros. Therefore, if you intend to stay in Italy more than 8 working days, you should always plan to spend at least one morning at the local police headquarter. Otherwise, it is advisable to limit your visit to no longer than 8 working days.
 
2. You should always carry with you your passport and the receipt of the declaration of presence. If the police or other public official (for example, ticket collector on trains and buses, ER doctor, etc.) asks for such documents and you don't have them on you, you may be held up to 24 hours for identification without the right to legal representation. You may also be prosecuted and convicted to a one-year jail term. If you are an illegal alien because you have not declared your presence to the local police headquarter within 8 working days, your incarceration may be longer because of your illegal status, an aggravating circumstance introduced last year by the Italian Government.
Consulenza
Ufficio reclami
ARTICOLI IN EVIDENZA
2 luglio 2009 0:00
Ddl sicurezza: provvedimento criminogeno e criminale. Le prove in due storie drammatiche
1 luglio 2009 0:00
Ddl Sicurezza. Appello ai senatori di maggioranza: onorate la Costituzione, votate senza vincolo di mandato
30 giugno 2009 0:00
Ddl Sicurezza: provvedimento crominogeno e crudele
22 giugno 2009 0:00
Modalita' di attraversamento delle frontiere italiane
4 giugno 2009 0:00
Il cittadino italiano minorenne ed il divieto di espulsione dei congiunti
19 maggio 2009 0:00
Turisti e studenti tutti clandestini. Rischio multe e arresti. Istruzioni dell'Aduc
4 maggio 2009 0:00
Lo straniero extracomunitario sposato con cittadino italiano, in attesa del primo rilascio di un titolo di soggiorno
23 aprile 2009 0:00
Aborto. Relazione al Parlamento del ministero della Giustizia... e quella del ministero della Salute? Interrogazione. I medici che denunciano le immigrate irregolari favoriranno l'aborto clandestino
15 aprile 2009 0:00
Profili di tutela dei diritti umani nell'euromed
14 aprile 2009 0:00
Conegliano. Medico 'eroe': denuncia ventenne straniera affetta da malore perche' non fornisce generalita'
2 aprile 2009 0:00
Fecondazione assistita. Ma perche' occorre una legge? Una riflessione
Donazioni
TEMI CALDI
17 ottobre 2014 (1 post)
Immigrazione. Caccia al clandestino dal 13 al 26 ottobre 2014: e' partita l'Operazione Mos Maiorum
15 ottobre 2014 (3 post)
Permesso di soggiorno e motivi di turismo
15 ottobre 2014 (3 post)
L'irriverente. Cosa accade intorno a noi? Se usassimo un po' piu' di filosofia...
6 ottobre 2014 (2 post)
Matrimonio fra cittadini italiani ed extracomunitari. Cosa fare per vivere con il proprio coniuge
7 settembre 2014 (3 post)
Richiesta cittadinanza italiana alla Prefettura di Firenze: ci vogliono nove mesi per ottenere l'appuntamento per il deposito dell'istanza. E' legale?
20 agosto 2014 (1 post)
Immigrati. Status di rifugiati per 3784 in un anno
14 agosto 2014 (1 post)
In attesa del rilascio del permesso di soggiorno
14 agosto 2014 (1 post)
Circolazione in Europa
14 agosto 2014 (1 post)
Permesso di soggiorno per coniuge extra-UE
24 luglio 2014 (1 post)
Immigrati clandestini e matrimonio. A San Marino si puo' fare
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori