testata ADUC
Ancora Flussi 2007... i chiarimenti del ministero
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Claudia Moretti
26 novembre 2007 0:00
 
Abbiamo estrapolato dal sito del ministero dell'Interno i quesiti e le relative risposte che possono contribuire a chiarire la procedura on line dei flussi di ingresso 2007, e piu' in generale le questioni attinenti all'ingresso per quote in generale, valide anche per quest'anno.

Se non si ha un computer a casa, si puo' compilare la domanda da un Internet point e scaricare il programma sul pc condiviso?
Teoricamente si'! Ma la domanda dovra' essere spedita con intervento dell'utente il giorno e all'ora stabilita per la categoria richiesta, dal computer da dove e' stata compilata e sul quale risiede il programma.
Da un Internet point quindi, ammesso che un datore di lavoro abbia scelto di utilizzare questo servizio, si dovra' avere accesso allo stesso computer sul quale e' stata compilata e sul quale e' stato scaricato il programma di compilazione ed invio. Da tale computer si dovra' cliccare per l'invio ed attendere il messaggio di ricevuta. Il tempo d'attesa dipendera' da una serie di fattori quali: la velocita' della rete, il provider utilizzato ed il "traffico" sul sistema.

Si puo' continuare e completare la procedura solo online, senza scaricare il programma e lavorare offline?
No! E' indispensabile scaricare il programma e compilare sul proprio computer la domanda. Essere collegato o meno in Rete e' ininfluente durante la compilazione del modulo.

Con la nuova procedura vale comunque il criterio cronologico di presentazione delle domande. Nel caso le domande vengano compilate da un patronato come verra' certificato l'ordine?
Il sistema di compilazione della graduatoria sara' completamente automatico. Fara' riferimento il momento in cui il sistema acquisisce la domanda, che potrebbe non coincidere, per i tempi di trasmissione legati alla rete Internet ed ai singoli provider utilizzati dall'utente, con quello in cui si invia. La conferma della corretta ricezione (con ricevuta inviata all'e-mail del datore di lavoro richiedente) indichera', in chiaro, un numero progressivo di ricezione della domanda e l'orario in cui la domanda e' stata ricevuta. In base a questi parametri il sistema ha gia' generato la graduatoria. Tutte le spedizioni (domande), comprese quelle generate con l'assistenza delle associazioni o dei patronati, verranno gestite automaticamente dal programma, singolarmente e non "a pacchetto"; l'eventuale spedizione di piu' domande con un unico invio verra' gestita come serie di singole spedizioni, secondo l'ordine fatto dal datore di lavoro, con la generazione di ricevute per ogni singola domanda.

A partire da che ora si potra' inviare la domanda? Per esempio, ipotizzando che il 1 dicembre sia la data di pubblicazione del decreto, le domande del primo scaglione si potranno inviare dopo la mezzanotte del 15 dicembre e dalle prime ore del 16 dicembre? O esiste un orario preciso a partire dal quale si puo' inviare la domanda?
L'articolo 7 del decreto in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, indica chiaramente gli "scaglioni" di spedizione per le singole categorie previste. Ad esempio, se venisse pubblicato in Gazzetta il decreto alla data 30 novembre, sara' possibile inviare le domande del primo "gruppo" dalle ore 8.00 del 15 dicembre. Tentativi di spedizioni anticipate non saranno possibili perche' solo da quel momento il sistema accettera' la domanda. Il sistema parte nel giorno ed all'orario previsto dal decreto e rimarra' in funzione, ininterrottamente, per sei mesi, a partire dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Chi ha un decreto di espulsione puo' essere richiesto da un datore di lavoro nell'ambito del decreto flussi 2007?
Lo straniero extracomunitario richiesto deve essere in regola con le leggi italiane. Il destinatario di un decreto di espulsione non puo' fare rientro in Italia per i successivi 10 anni, salvo che l'interessato non abbia ottenuto la speciale autorizzazione all'ingresso da parte del ministero dell'Interno ai sensi dell'art. 13 comma 13 del testo unico immigrazione.

L'assistenza dei patronati e delle associazioni per la compilazione della domanda e' a titolo gratuito? Quali sono -se ci sono- i servizi a pagamento?
Le procedure sono gratuite. Le eventuali richieste di natura economica connesse al servizio prestato non dipendono dal ministero dell'Interno.

Puo' uno straniero che ha il permesso di soggiorno e il reddito richiesto assumere un lavoratore extracomunitario? E se ha chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno e ha solo la ricevuta, puo' fare la richiesta?
Lo straniero regolarmente soggiornante in Italia, puo' assumere un cittadino extracomunitario alla pari di un cittadino italiano. In caso di rinnovo del permesso di soggiorno in corso, e' possibile presentare la domanda.

Un lavoratore extracomunitario che ha in attivo una pratica di ricongiungimento familiare, puo' essere richiesto anche da un datore di lavoro nell'ambito del decreto flussi 2007?
La procedura di ricongiungimento non e' soggetta a limiti di quote e una volta giunto in Italia lo straniero puo' essere assunto. Nel caso del decreto flussi, l'accoglimento della domanda dipende dalla disponibilita' di quote.

Il limite di 5 domande di assunzione per datore di lavoro si riferisce a ogni tipologia di contratto (ad esempio 5 badanti e non domestici) oppure e' un tetto massimo complessivo?
Il numero di 5 assunzioni per ogni datore di lavoro, costituisce il tetto massimo, ma prescinde dalla tipologia di lavoro (esempio una badante, un domestico, un giardiniere etc.).

Abito in un paese di provincia dove non c'e' nessun patronato: siamo diverse famiglie e vorremmo sapere se ci possiamo rivolgere allo studio di un consulente del lavoro o dobbiamo per forza rivolgerci ad un'associazione?
Un consulente del lavoro potra' assistere i propri clienti anche se non accreditato, utilizzando per la registrazione e la conseguente acquisizione dei moduli, l'e-mail del datore di lavoro.

Quali tempi sono ipotizzati per la conclusione delle pratiche di assunzione del decreto flussi 2007?
La nuova procedura, cosi' come e' strutturata, consentira' la definizione delle istanze nei tempi previsti dalla norma.

Se non ho capito male, anche con la nuova procedura vale il criterio cronologico di invio per l'assegnazione dei 170mila posti del decreto flussi 2007. Come verra' certificato l'orario di trasmissione telematica dal server del ministero? Ci sara' una graduatoria unica nazionale o per provincia?
La certificazione dell'orario di accettazione al server del Ministero avverra' attraverso una ricevuta inviata all'e-mail del richiedente .Sulla base dei tempi variabili di trasmissione, dipendenti dalla rete Internet, il sistema memorizzera' le domande comunque nell'ordine in cui sono state ricevute.
Ci sara', come di consuetudine, una graduatoria provinciale.

Nella procedura prevista quest'anno non ci sono documenti da allegare. Ma la documentazione reddituale e alloggiativa quando e come dovra' essere dimostrata? Nella domanda bisogna inserire il codice a barre della marca ammistrativa (da 14,62 euro). In caso di smarrimento della stessa, che cosa succede?
La procedura attuale non si differenzia da quella del decreto flussi 2006 per la quale sia la certificazione riguardante l'alloggio che il reddito veniva autocertificata. Qualora nel corso dell'iter procedurale fosse necessaria una verifica del reddito, potra' essere richiesta un'integrazione all'istanza. Per quel che riguarda il certificato di conformita' alloggiativa, dovra' essere presentato -al momento della convocazione per la firma del contratto di soggiorno da parte del datore di lavoro- la ricevuta attestante l'avvenuta richiesta dello stesso certificato presentata al Comune o alla ASL competente.
Per quanto riguarda la marca da bollo, in caso di smarrimento, bastera' presentarne un'altra.

Il decreto flussi prevede 65mila posti per il lavoro domestico. Nel mio caso devo fare richiesta per un lavoratore domestico proveniente da Paese con quota riservata. La domanda di assunzione deve essere inviata rispettando la prima o la seconda scadenza dalla data di pubblicazione in Gazzetta del decreto flussi? Conviene presentarle due volte? Ma così si rischia di ingolfare il sistema.
Le istanze di assunzione relative a cittadini appartenenti a Paesi a cui sono state assegnate quote riservate dovranno essere presentate per qualunque tipologia di lavoro nel primo giorno utile per l'invio previsto dal decreto flussi. Non si dovra', pertanto, presentare nuovamente l'istanza per lo stesso lavoratore nei giorni successivi.

In caso di cessazione dell'attivita' del datore (o di decesso dell'anziano per cui si chiede una badante) e' possibile un subentro di altro datore di lavoro? Se si', la domanda di subentro va presentata sempre per via telematica o con richiesta cartacea inviata allo Sportello presso la Prefettura?
L'istanza di subentro non dovra' essere presentata telematicamente ma inoltrata secondo le modalita' previste dal decreto flussi 2006, direttamente allo Sportello Unico di appartenenza.

Qual e' il reddito familiare minimo richiesto per l'assunzione di una badante? E per un lavoratore domestico?
La capacita' economica e' sussistente ogniqualvolta il richiedente possegga un reddito annuo, al netto dell'imposta, di importo almeno doppio rispetto all'ammontare della retribuzione annuale dovuta al lavoratore da assumere, aumentata dei relativi contributi. Il reddito minimo richiesto come necessario potra' risultare anche dal cumulo dei redditi dei parenti di primo grado anche non conviventi o, in mancanza, di altri soggetti tenuti legalmente all'assistenza sulla base di un'autocertificazione dei medesimi. Le norme relative alla verifica della congruita' della capacita' economica del datore di lavoro non si applicano al datore di lavoro affetto da patologie o handicap che ne limitano l'autosufficienza, il quale intende assumere uno straniero addetto alla sua assistenza.

Quando sara' disponibile il sito web relativo alle domande on line di richiesta di nulla osta al lavoro subordinato previste dal decreto flussi 2007?
Il sito web dedicato alla compilazione e seguente invio delle domande di assunzione per lavoro subordinato previste dal decreto flussi 2007, sara' disponibile per gli utenti dopo la pubblicazione del decreto flussi sulla Gazzetta Ufficiale. Solo da quel momento sara' possibile procedere alla registrazione sul sito per poter richiedere il modulo da compilare per poter presentare la richiesta di nulla osta al lavoro.

Sono un avvocato, vorrei chiedere conferma sulla possibilita' d'iscrivermi io stessa sul sito web del servizio di inoltro telematico delle istanze di nulla osta al lavoro subordinato per assistere i miei clienti. E' possibile?
No, la domanda deve essere presentata dal datore di lavoro, pertanto l'iscrizione deve avvenire a nome di quest'ultimo che potra' richiedere fino a 5 lavoratori con un'unica registrazione. La possibilita' di presentare domande per terzi viene riservata alle Associazioni di Categoria, Sindacati e Patronati che hanno siglato Protocolli di intesa con il ministero dell'Interno e il ministero della Solidarieta' Sociale riguardanti i procedimenti di competenza dello Sportello Unico per l'Immigrazione, per l'attivita' di informazione e assistenza riguardanti le istanze in materia di rilascio del nulla osta al lavoro.

A chi bisogna rivolgersi per trasferirsi in Italia per intraprendere un'attivita' di tipo imprenditoriale?
Ai sensi dell'art. 26 d.lgs. 286/98 T.U. immigrazione, lo straniero che voglia trasferirsi in Italia per intraprendere un'attivita' di tipo imprenditoriale (lavoro autonomo), deve richiedere il visto d'ingresso per lavoro autonomo presso la Rappresentanza Diplomatica nel proprio Paese, che fornira' ogni altra informazione utile in ordine alla documentazione da produrre.

E' possibile far subentrare un datore di lavoro ad un altro nel caso in cui questi, dopo aver fatto richiesta di assunzione, nelle more del rilascio del nulla osta, non sia piu' interessato ad assumere?
Non e' consentito il subentro di un datore di lavoro ad un altro nelle more del rilascio del nulla osta e comunque prima dell'ingresso dello straniero in Italia, pertanto, ove il datore di lavoro non sia piu' interessato all'assunzione, la procedura si arresta ed il nulla osta al lavoro eventualmente gia' rilasciato, e non ancora utilizzato, viene revocato. Tuttavia, la circolare del 07.07.2006 precisa che, nei soli casi di decesso del datore di lavoro o cessazione dell'azienda, e' consentito il subentro nell'assunzione da parte di un familiare del defunto o da parte della nuova azienda che abbia rilevato quella cessata.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori